mercoledì 4 gennaio 2017

Speculoos


Cercavo dei biscotti speziati da fare per Natale, tra le varie ricette di speculoos trovate in rete ho scelto questa del sito “cavoletto di bruxelles”, tra parentesi le mie variazioni.

275 g di farina
112 g di burro
200 g di zucchero di canna (per me in parte integrale)
7,5 g di bicarbonato (per me 6 g)
Un cucchiaino e mezzo di cannella
35 g di latte (per me 50 g)

Versare in una ciotola la farina, lo zucchero, il bicarbonato e la cannella; aggiungere il burro a pezzetti e il latte impastando con la foglia o con le mani fino a ottenere un impasto morbido. Se necessario aggiungere poco latte.
Far riposare in frigo per almeno un’ora, stendere ad un’altezza di 3/4 mm e coppare i biscotti della forma desiderata. Infornare a 150° finché non induriscono, a me ci sono voluti una ventina di minuti.

venerdì 30 dicembre 2016

Dischetti alle nocciole




La ricetta di questi biscotti sempre apprezzati a Natale è di Betti di Coquinaria, fateli perché meritano davvero! Il metodo di formare i biscotti facendo dei rotolini per poi affettarli è il mio preferito, rapido e veloce. Per i dolci al cucchiaio posso fare anche ricette di precisione e di pazienza ma per i biscotti la mia pazienza è poca, se devo stare lì a stendere e ristendere la pasta e coppare le formine mi passa subito la voglia!!!

200 g di burro a temperatura ambiente
80 g di zucchero a velo
1 uovo
250 g di farina
20 g di cacao
100 g di nocciole
Un pizzico di sale
Vaniglia

Montare il burro con lo zucchero, continuando a mescolare unire l’uovo e di seguito la farina mescolata al cacao, il sale e la vaniglia. Per ultime aggiungere le nocciole tritate grossolanamente.

Formare dei rotolini di diametro 3/4  centimetri, avvolgerli nella pellicola e mettere in frigo per tutta la notte. Tagliare a fettine di circa mezzo centimetro, disporle su una teglia ricoperta di carta forno e cuocere a 160° per 15/20 minuti.

martedì 27 dicembre 2016

Rombi alle arachidi caramellate


E’ la versione alle arachidi dei “Tranci di mandorle al caramello” presi dal solito libricino 33x Biscotti dell’Athesia. La prossima volta, e ci sarà sicuro perché finiscono subito, uno tira l’altro, devo ricordarmi di non aver paura di cuocere la pasta frolla di più, dovrebbero diventare ancora più croccanti e buoni!

Per la frolla:
200 g di farina
Mezzo cucchiaino di lievito
80 g di burro
70 g di zucchero
1 uovo
Semi di vaniglia

Per la copertura:
25 g di burro
100 g di zucchero
Semi di vaniglia
125 g di panna
180 g di arachidi tritate grossolanamente

Lavorare con la frusta a K dell’impastatrice o con un robot la farina, il lievito, il burro, lo zucchero, l’uovo e la vaniglia fino a ottenere una pasta frolla. Farne un panetto, coprirla con della pellicola e farla riposare in frigo per almeno un’ora.
Stenderla ad un’altezza di mezzo centimetro, bucherellarla con una forchetta e sistemarla in una teglia coperta da carta forno, io ne ho usata una di cm 29x22.
Cuocere a 180° per 10/15 minuti, o almeno finché sia color nocciola.
Per la copertura sciogliere il burro in un pentolino antiaderente, aggiungere lo zucchero e la vaniglia continuando a mescolare finché il tutto non sia caramellato. Facendo attenzione agli schizzi aggiungere in più riprese la panna precedentemente scaldata e continuare a cuocere fino a che la crema sarà omogenea e densa. Aggiungere le arachidi tritate grossolanamente e mescolare bene.
Spalmare la pasta frolla con questo composto e rimettere nel forno per altri dieci minuti circa.
Tagliare a rombi da tiepida altrimenti poi diventa difficoltoso.

venerdì 23 dicembre 2016

Biscotti vegani con farina di farro e di canapa


Ecco l’altro esperimento con la farina di farro integrale e quella di canapa della Bottega SprecoZero! Sono dei biscotti vegani facili e veloci da fare, mentre cuociono vi sembrerà di essere in un fienile di montagna visto l’aroma di fieno tipico della farina di canapa.

200 g di farina di farro integrale
40 g di farina di canapa
80 g di zucchero di canna
60 g di olio di semi
40 g di farina di cocco
100 g di latte di riso
50 g di uvetta
Semi di vaniglia
Un pizzico di sale

Mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti, lasciar riposare un paio d’ore in frigo dopodiché formare delle palline e appoggiarle in una teglia coperta di carta forno appiattendole un poco.
Cuocere a 175° per 15/18 minuti.


mercoledì 21 dicembre 2016

Dadini speziati al sesamo


Quest’anno tra le new entry dei biscotti di Natale ci sono questi al sesamo presi dal libricino Biscotti 33x dell’Athesia.

Per una teglia di cm 20x25

125 g di burro morbido
150 g di zucchero
2 uova
70 g di cioccolato fondente
60 g di farina
60 g di sesamo + un altro cucchiaio
Scorza di limone (per me un cucchiaino di pasta d’arancia)
Semi di vaniglia
Un cucchiaio di rum
Sale

Lavorare il burro con le fruste, incorporarvi lo zucchero insieme alla vaniglia, alla pasta d’arancia, al rum e al pizzico di sale continuando a mescolare.
Unire le uova una alla volta e di seguito il cioccolato fondente sciolto, la farina e il sesamo.
Stendere l’impasto nella teglia ricoperta con carta forno, cospargere con il rimanente cucchiaio di sesamo e cuocere a 190° per circa 25 minuti.

Una volta freddo tagliare a dadini di cm 2x2. 

domenica 18 dicembre 2016

Baci di dama alle nocciole


Come risaputo il problema maggiore di questi biscotti è che non tengano la forma in cottura diventando delle simpatiche frittelline, se volete che ciò non accada seguite questa ricetta infallibile di Annalabi del forum di Coquinaria!


150 g di farina
100 g di burro
100 g di zucchero
100 g di nocciole tostate
50 g di cioccolato fondente

Tritare le nocciole tostate con lo zucchero fino a ridurle in farina. Mescolarla al burro ammorbidito e alla farina fino a formare un impasto omogeneo.
A questo punto lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora, io solitamente impasto la sera per farli il giorno dopo.
Formare delle palline, disporle sulla placca un poco distanziate e ripassarle in frigo a raffreddare prima di cuocerle a 170° per una quindicina di minuti. Appena tolte dal forno sono molto fragili, attendere che si raffreddino e unirle a due a due con il cioccolato fuso.


Questa volta ho fatto le palline da 10 g e mi sono venuti dei baci di dama un po’ grandini per i miei gusti, la prossima volta seguirò il consiglio di Ilaria che stende la pasta ad un’altezza di 1/1,5 cm e forma le palline di circa 4 grammi partendo dai dischetti fatti con la punta di una bocchetta grossa rotonda. 

domenica 11 dicembre 2016

Coppa di crema chantilly alle pere e caramello


Due pere che reclamavano di essere usate e della panna in scadenza. Prendo in mano il libro di Montersino, vuoi non trovare un’idea per usare entrambe? Non ho trovato una ricetta bell’e pronta ma è bastato trasformare la sua coppa di crema chantilly alle mele e caramello al calvados nella mia coppa di pere e caramello al rum!

Per la crema chantilly alle pere:
200 g di pere tagliate a pezzetti
25 g di zucchero semolato
25 g di miele
2,5 g di gelatina in fogli
Rum
250 ml di panna

Nella ricetta originale Montersino cuoce la frutta in una busta sottovuoto al microonde o in alternativa in un contenitore di pirex, io invece ho messo le pere, lo zucchero, il miele e la vaniglia in un pentolino e ho sigillato con della pellicola cuocendole sul fuoco basso per una decina di minuti. Frullare il tutto con un mixer ad immersione, unire la gelatina precedentemente ammollata e il rum. Una volta che il composto è arrivato a 30° incorporare la panna semimontata.

Per le pere al rum:
250 g di pere tagliate a cubetti
40 g di zucchero semolato
20 g di acqua
Rum
25 g di burro

In un padellino far caramellare lo zucchero con l’acqua, unire il burro a pezzetti e farci saltare per un paio di minuti le pere. Alla fine aggiungere un po’ di rum.


Montare i bicchierini alternando la crema chantilly alle pere caramellate.